Cultura Crea 2021:

due bandi per incentivare il Settore Turistico e le Imprese del Sud

bandi-cultura-crea-2021.jpg

Sono due i bandi Cultura Crea 2021 gestiti da Invitalia. L'iniziativa è promossa dal Mibact e ha come scopo quello di sostenere il settore turistico-culturale e le imprese del Mezzogiorno di Italia. Entrambi gli avvisi saranno attivati nel mese di aprile e si potrà accedere mediante due sportelli agevolati messi a disposizione da Invitalia.

Nei paragrafi successivi, illustreremo nel dettaglio i due bandi, le modalità di partecipazione e le risorse disponibili

Cultura Crea Plus

Il bando sarà operativo a partire dal 19 aprile ed è rivolto alle imprese del Sud (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) che operano nel settore turistico e culturale. Con Cultura Crea Plus sarà possibile concedere contributi a fondo perduto, con lo scopo di sostenere le aziende danneggiate dall'emergenza covid.

Questa nuova iniziativa mette a disposizione delle aziende importi fino a 25 mila euro a fondo perduto (senza dover presentare necessariamente un piano di investimenti). I contributi verranno concessi alle imprese richiedenti che hanno registrato una perdita di fatturato nel corso dell'anno 2020 a causa della pandemia. 

Possono accedere al bando:

  • Piccole e medie imprese anche in forma cooperativa (sono esclusi i consorzi e le ditte individuali);

  • Soggetti iscritti al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore.

I richiedenti ammessi al bando devono risultare costituiti al 1° gennaio 2020 e svolgere regolare attività economica al 31 dicembre 2020.

Per quanto riguarda le spese ammissibili, è possibile richiedere i contributi per le seguenti voci di investimento (sostenute successivamente al 23 luglio 2020):

  • materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti utilizzati nel ciclo produttivo dell'impresa;

  • utenze e canoni di locazione relativi ad immobili destinati allo svolgimento dell'attività;

  • prestazioni di servizi e prestazioni professionali connesse all'attività produttiva;

  • costo del lavoro dipendente (con esclusione dei contratti di tirocinio e stage).

La domanda di accesso a Cultura Crea Plus potrà essere inoltrata a partire dal 19 aprile utilizzando la piattaforma dedicata che sarà pubblicata a breve da Invitalia.  

 

Cultura Crea 2.0

A partire dal 26 aprile, sarà possibile accedere a Cultura Crea 2.0, la nuova versione di Cultura Crea, grazie alla quale sarà possibile finanziare iniziative imprenditoriali e no profit nel settore dell'industria culturale e turistica. 

Anche per questa edizione, il bando sarà riconosciuto alle aziende e alle associazioni del Mezzogiorno di Italia (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), secondo tre linee di intervento:

  1. Creazione di nuove imprese nell'industria culturale;

  2. Sviluppo delle imprese già esistenti che svolgono attività nell'industria culturale, turistica e manifatturiera;

  3. Sostegno ai soggetti del terzo settore (onlus, associazioni, cooperative) che operano nell'industria culturale.

In particolare, per la creazione di nuove imprese è previsto sia un finanziamento agevolato, a tasso d'interesse pari a zero, fino al 40% della spesa ammessa, sia un contributo a fondo perduto fino al 40% della spesa ammissibile.

Per lo sviluppo e il consolidamento di aziende già esistenti, invece, il bando mette a disposizione sia finanziamenti agevolati che contributi a fondo perduto, in modo da garantire una copertura fino all'80% della spesa ammissibile (la percentuale sale al 90% in caso di impresa femminile o giovanile).