NUOVO CREDITO DI IMPOSTA BENI STRUMENTALI 4.0

e vecchio iperammortamento

Immagine.jpg

 PER MACCHINARI 4.0  

Se acquisti un macchinario dal 16 novembre 2020 al 31 dicembre 2021 (o anche fino al 30 giugno 2022 a condizione che entro il 31 dicembre 2021 sia avvenuto il pagamento di acconti pari almeno al 20 percento del costo di acquisizione):

 

Credito del

50% del costo del macchinario fino a 2,5 milioni di euro

30% per l’eccedenza fino a 10 milioni

10% per l’eccedenza fino a 20 milioni

Se acquisti un macchinario dal 1 gennaio 2022 e fino al 31 dicembre 2022 (o anche fino al 30 giugno 2023 a condizione che entro il 31 dicembre 2022 sia avvenuto il pagamento di acconti pari almeno al 20 percento del costo di ac- quisizione):

Credito del 40% del costo del macchinario fino a 2,5 milioni di euro 20% per l’eccedenza fino a 10 milioni di euro

PER SOFTWARE 4.0  

Se acquisti un software (ma anche i servizi di cloud computing) dal 16 novem- bre 2020 e fino al 31 dicembre 2022 (o anche fino al 30 giugno 2023 a condi- zione che entro il 31 dicembre 2022 sia avvenuto il pagamento di acconti pari almeno al 20 percento del costo di acquisizione):

Credito del 20% del costo del software, nel limite massimo di costi ammissi- bili pari a 1 milione di euro

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione in tre quo- te annuali di pari importo a partire dall’anno di avvenuta interconnessione dei beni.

Il credito di imposta non concorre alla formazione del reddito nonché della base imponibile IRAP ed è cumulabile con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi, fino al concorrere del 100% del costo sostenuto.

Cosa serve per accedere al credito:

 un’analisi tecnica del bene che attesti la rispondenza ai requisiti di industria 4.0;

 una perizia tecnica asseverata.

PER MACCHINARI E SOFTWARE NON 4.0  

Se acquisti un macchinario dal 16 novembre 2020 al 31 dicembre 2021 (o anche fino al 30 giugno 2022 a condizione che entro il 31 dicembre 2021 sia avvenuto il pagamento di acconti pari almeno al 20 percento del costo di acquisizione):

Credito del 10%del costo del macchinario fino a 2 milioni di euro

Credito del 10% del costo del software fino a 1 milione di euro

Il credito scende al 6% se il macchinario o il software viene acquistato dal 1 gennaio 2022 e fino al 31 dicembre 2022, ovvero entro il 30 giugno 2023, a condizione che il 31 dicembre 2022 sia avvenuto il pagamento di acconti pari almeno al 20 percento del costo di acquisizione.

Se la tua impresa ha ricavi inferiori a 5 milioni di euro, questo credito è com- pensabile in un’unica quota non appena il macchinario o il software entra in funzione.

Questo se acquisti il macchinario o il software nel periodo dal 16 novembre 2020 al 31 dicembre 2021. Negli altri casi lo compensi in tre quote annuali di pari importo.

  IPERAMMORTAMENTO  

Rimane vigente anche Il regime incentivante dell’iperammortamento per beni strumentali 4.0 acquistati a partire dal 2017 fino al 2020, che prevede:

agli investimenti effettuati negli anni 2017 (tutto l’anno), 2018 (tutto l’anno) e 2019 (ma solo fino al 30 giugno e a condizione che entro il 31 dicembre 2018 sia avvenuto il pagamento di acconti pari almeno al 20 percento del costo

di acquisizione) è applicabile il regime dell’iperammortamento, che prevede una maggiorazione del costo del bene del:

 150% senza limiti di spesa;

agli investimenti effettuati negli anni 2019 (tutto l’anno) e 2020 (ma solo fino al 30 giugno e a condizione che entro il 31 dicembre 2019 sia avvenuto il pa- gamento di acconti pari almeno al 20 percento del costo di acquisizione) è

applicabile il regime dell’iperammortamento, che prevede una maggiorazio- ne del costo del bene del:

 170% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro;

 100% per la quota di investimenti oltre i 2,5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro;

 50% per la quota di investimenti oltre i 10 milioni di euro e fino al limite massimo pari a 20 milioni di euro.

Beni esclusi: fabbricati, costruzioni, autoveicoli, beni con aliquote inferiori al 6,5%.